Quante tempo e denaro hai investito con la speranza di far crescere e prosperare il tuo business ma alla fine hai perso tutto tra sconforto e delusione?

Se anche tu hai vissuto questa esperienza, la responsabilità di tutto risiede in una sola parola…. “speranza”. La parola Marketing e la parola Speranza non sono connesse in alcun modo.

Il marketing della speranza è rappresentato da tutte quelle “strategie” o campagne pubblicitarie che si fanno con la speranza, appunto, che i clienti siano attratti e che vengano a comprare poi da te.

La colpa avvolte non è dell’imprenditore, ma delle web agency che promettono grandi risultati con campagne creative e costose.

Molte agenzie per fare colpo sui clienti, fanno credere di procurare nuovi contatti tanto al chilo come se fossero al mercato, oppure, fanno vedere il nome dell’attività qua e là pompando solo l’ego dell’imprenditore tanto da creare false aspettative su risultati che poi non arrivano mai.

Invece, le strategie di marketing di tutto rispetto sono rappresentate da quelle strategie che sono misurabili e replicabili mediante accurata analisi e pianificazione.

Quando si pensa al marketing strategico che funzioni, si pensa spesso a ingenti somme di denaro e gradi menti strateghe per realizzarlo. Il che non è che sia del tutto falso, ma ci sono molte strategie di marketing che possono essere messe in pratica in modo semplice e quasi a costo zero.

Ciò non significa che siano meno efficaci di quelle costosa, anzi, molto spesso le strategie di marketing che danno migliori risultati sono proprio quelle più semplici e dirette che vanno subito al punto e soddisfano le esigenze del tuo cliente target.

Di seguito ti illustro 3 strategie molto semplici che hanno già aiutato numerose attività in tutto il mondo ad ottenere risultati strabilianti quasi a costo zero. Ci tengo a precisare che non mi sono inventato nulla ma ti riporto una delle più gradi lezioni di marketing strategico a cui potessi accedere.

Prendo di riferimento il maestro che più di tutti ha contribuito alla mia formazione in tema marketing strategico, ho avuto il piacere di vederlo di persona in uno dei suoi eventi fatti in italia. Mi riferisco a Jay Abraham, imprenditore ed esperto di marketing strategico che ha aiutato centinaia di migliaia di aziende in tutto il mondo a prosperare anche se partissero da zero. 

A mio parere ci sono svariate strategie valide che Jay Abraham ha realizzato per le sue aziende e per le sue aziende clienti, ma quelle che in questo periodo di crisi possono essere le strategie più veloci ed efficaci da mettere in pratica per far crescere un business quasi a costo zero sono:

  • Aumentare il numero di clienti
  • Aumentare il valore medio della transizione
  • Aumentare la frequenza degli acquisti (ottenendo un valore maggiore da ciascun cliente)

 

Aumentare il numero di clienti:

Questo è sicuramente il pensiero comune di ogni persona che si mette in attività, non lo devo dire io e tanto meno Jay Abraham che bisogna aumentare il numero di clienti. 

Semplicemente voglio dire che il processo di acquisizione di nuovi clienti non deve essere casuale.

Acquisire nuovi clienti è deve essere un processo strategico pianificato e misurabile. Oltre ai tanti modi creativi venduti online, ci sono tanti modi anche offline che puoi implementare, specialmente per te che hai un’attività fisicamente presente.

In primis voglio specificare un concetto spesso sottovalutato quando si pensa di conquistare nuovi clienti. In ogni settore, sia online che offline, i clienti si comprano! 

Si, hai letto bene. Conquistare un nuovo cliente ha un costo, infatti è una voce da tenere in conto quando applichi qualsiasi campagna di acquisizione clienti. 

Cosa significa nello specifico?

Bisogna creare offerte che abbiano l’obiettivo unico di attrarre nuovi clienti, ma con una strategia ben pianificata che prepari il cliente ad un secondo acquisto. 

Le offerte spesso vengono pensate per vendere, ma è un errore colossale. Non devi considerare le offerte come vendite, bensì devi considerare l’offerta come l’opportunità per conoscere potenziali clienti. 

Quando entri in contatto per la prima volta con un potenziale cliente, l’offerta permette a te di verificare se hai attratto il tuo cliente ideale e al cliente di verificare se tu sei il suo fornitore di prodotto/servizio che fa al caso suo.

Solo e soltanto da quel momento in poi parte la reale vendita che genera profitto. 

Giusto per non dimenticare: Business Umanistico… Le Persone Prima Del Profitto.

Torniamo a noi e vediamo le diverse opportunità che puoi applicare per intercettare nuovi clienti.

Puoi:

  • Fare campagne Referral, non sono altro che un modello di passaparola strutturato. Costruire offerte pensate su misura per i tuoi già clienti che ti portano nuovi clienti, a cui dai ulteriore offerta esclusiva.
  • Offerte specifiche dirette ad un target specifico con una scadenza specifica. Anche a prezzo di costo perché, come già detto, servono solo per attrarre il tuo cliente ideale.
  • Creare serate dimostrative per i tuoi clienti con offerte riservate solo ai presenti.
  • Creare alleanze strategiche con attività commerciali che sono in contatto, in modo diverso, con il tuo cliente ideale.
  • Dare maggiori garanzie che permettono al cliente di rivolgersi a te con il minor rischio possibile. Comunicando per esempio un eventuale rimborso, sostituzione o rifacimento a seconda di cosa consiste il tuo business.

 

Aumentare il valore medio di transazione:

Per aumentare il valore medio di transazione, bisogna semplicemente concentrarsi sul modello di vendita che applichi.

Puoi:

  • Creare gruppi di prodotti. Utile perché alla vendita di ogni prodotto tu possa chiedere al cliente, al momento del pagamento, “Potrebbe esserle utile anche…”. Molte volte le persone non completano gli acquisti per semplice pigrizia di pensiero, ma se tu proponi loro un altro prodotto collegato, potrebbero ringraziarti di averglielo chiesto.
  • Creare offerte speciali sul secondo o terzo prodotto che acquista.
  • Sconto speciale al raggiungimento di una spesa minima di…
  • Creare una combinazione tra prodotti e servizi che hai.
  • Creare un servizio laddove la concorrenza offre solo un prodotto.
  • Creare un prodotto laddove la concorrenza offre solo un servizio

 

Aumentare la frequenza degli acquisti (ottenendo un valore maggiore da ciascun cliente):

Ogni quanto tempo un cliente viene da te?

Riuscire a rispondere a questa domanda è già buon segno.

Mettiamo che un cliente si rivolge a te in media ogni 30 giorni, se tu riesci a calare la frequenza ogni 25 giorni, porti le vendite a 14 anziché 12 per ogni cliente su base annua.

Puoi:

  • Proporre offerte per acquisti più frequenti.
  • Migliorare la relazione mediante una comunicazione che li tenga informati su tutte le nuove proposte del mese….
  • Raccomandare prodotti dei tuoi partner strategici.

Queste 3 strategie hanno permesso a tante attività, sia online che offline di aumentare esponenzialmente le vendita quasi a costo zero. Se ci fai caso, tutte le grandi aziende utilizzano quotidianamente in modo sistematico queste semplici strategie. Da McDonald a Amazon, dalle catene di abbigliamento di Zara ai prodotti per la cura del corpo come Dave. 

Perché non dovresti usarle anche tu? Se ciò ti producesse anche solo 1% di aumento annuo, sarebbe comunque un aumento a zero costi!

Devi solo prenderti il tempo per costruire le tue strategie e testare fino a quando non hai risultati concreti e affidabili.

Se hai letto altri miei materiali, saprai benissimo quel è la prima regola del marketing strategico per un imprenditore… Il marketing strategico non si delega!

Solo tu conosci realmente il tuo cliente target e di conseguenza solo tu puoi sapere come soddisfare i suoi bisogni o risolvere nello specifico il suo problema. Nessuna web agency o consulente potrà mai conoscere o essere sensibile come può esserlo l’imprenditore nella costruzione della giusta strategia.

Dai il meglio di te per soddisfare il tuo cliente target, non improvvisare strategie guardando semplicemente la tua concorrenza, ma pianifica partendo con strutturare bene la tua identità professionale chiarendo:

1) Cosa vendo? 2) A chi lo vendo? 3) Perché?

Tutto parte da qui!

Buon Business Umanistico

PS:

Se ancora non conosci il Metodo Business Umanistico, lo trovi QUI